chi / sono

Maria Grazia Coggiola è una giornalista professionista free-lance con oltre 30 anni di esperienza come cronista e corrispondente dall’estero, in particolare dall’Asia del Sud e Medio Oriente. Ha collaborato regolarmente con l’agenzia giornalistica nazionale ANSA, con i quotidiani La Stampa e Giornale, con la  Radio Svizzera ItalianaRadio Vaticana e con diverse altre testate giornalistiche e radiofoniche italiane.

Ha iniziato la sua carriera nel giornalismo di provincia in Piemonte, la sua regione e dopo alcuni anni di lavoro nella redazione di ItaliaOggi a Milano, si è trasferita all’estero. Ha vissuto per oltre 16 anni a New Delhi e lavorato come corrispondente dall’India, Pakistan, Bangladesh, Nepal, Sri Lanka e le altre aree del subcontinente indiano. Come collaboratrice dellANSA ha seguito in prima persona la contesa diplomatica internazionale tra Italia e India scaturita nel febbraio 2012 dall’incidente che ha coinvolto la petroliera Enrica Lexie e due militari italiani arrestati con l’accusa di aver ucciso due pescatori del Kerala. È stata tra le prime inviate a testimoniare con reportage fotografici la terribile tragedia del terremoto in Nepal nell’aprile del 2015 e gli attacchi terroristici agli hotel di Mumbai nel novembre 2008.

Appassionata di fotografia e di “slow travelling” ha documentato in diversi reportage i rapidi cambiamenti della società indiana e purtroppo anche i danni sull’ambiente e sugli ecosistemi, in particolare la catena himalayana. Tra i suoi progetti c’e’ quello di documentare la storia della cristianita’ in India attraverso le chiese e luoghi di culto.

I resoconti dei suoi viaggi, molti dei quali in moto,  si trovano  sul suo blog “Veleggiando verso le Indie”

nato del 2006 per raccontare storie di vita e di strada che non trovavano spazio o interesse da parte dei media italiani. È orgogliosa di essere una delle poche donne motocicliste a viaggiare in solitaria. E alla passione delle due ruote di recente se ne è aggiunta un’altra, quella della vela, sempre in solitaria.Negli ultimi due anni, come molti altri ‘nomadi digitali’, sta sperimentando  il ‘boatworking’  vivendo e lavorando su una barca a vela.

Per proposte di lavoro o collaborazioni giornalistiche la si puo’ contattare qui:

mariagraziacoggiola@pensieroverde.com